Seguici su

PRIMA SQUADRA

Szczesny: “Chi non crede allo scudetto non può giocare nella Juventus, vada a calcetto”

Pubblicato

il

Szczesny

Durissimo il commento di Wojciech Szczesny, portiere della Juve, che ha fine partita è intervenuto a DAZN: “E’ un momento che ti fa capire che ognuno di noi deve dare di più per la Juventus. Siamo consapevoli che negli ultimi due mesi non abbiamo fatto abbastanza, è un momento negativo, duro e che fa male a tutti noi. Dobbiamo essere consapevoli degli obiettivi che abbiamo davanti”.


COME GIUSTIFICARE LE ULTIME GIORNATE? “Ognuno di noi deve farsi domande. A livello di gruppo non posso dire niente, i ragazzi si stanno allenando benissimo, hanno fame ma i risultati non arrivano. Ognuno deve fare di più, ma non ci manca la voglia di fare bene”.

LA VITTORIA IN COPPA ITALIA RENDEREBBE SODDISFACENTE LA STAGIONE? “Ora si, due mesi fa avrei detto di no. La Coppa Italia rimane l’unico trofeo che possiamo portare a casa, sappiamo quanto è importante per tutti. Anche la Champions è un obiettivo importante, per tutti. A livello di energia il gruppo è stato carico per 6 o 7 mesi perché avevamo il sogno scudetto, abbiamo fatto bene nella prima parte della stagione, poi quando ci è scappato questo sogno abbiamo perso qualcosa. Ma questa non può essere una scusa perché fare una vittoria in 9 partite non è una cosa da Juventus”.


CREDUTO TROPPO NELLO SCUDETTO?  “Siamo la Juventus, se non credi nello scudetto non puoi giocare nella Juve. Ognuno deve imparare a gestire questa pressione, che è la cosa più bella che abbiamo nel calcio. Se non riusciamo a gestirla dobbiamo andare a giocare a calcetto, non nella Juventus”.

Collaborazioni: Juventus Planet.
Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *