LIVE – La conferenza stampa di Allegri alla vigilia di Juve-Salernitana

Da Leggere

Max Allegri incontra la stampa alla Continassa per presentare la sfida di domani sera contro la Salernitana. Diretta testuale a partire dalle ore 13:30.

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA

Che partita si aspetta domani?

“È una partita che viene dopo un post UCL contro una squadra che, tra quelle che giocano per la permanenza in Serie A, è una delle migliori. L’anno scorso hanno fatto una stagione straordinaria, domani dobbiamo fare una partita giusta e tosta. Ci servono i tre punti”.

Cosa ne pensa delle prime prestazioni di Paredes?

“Il suo inserimento è buono, domani gioca. Locatelli ha un piccolo affaticamento, domani non sarà a disposizione. Vedremo di valutarlo nei prossimi giorni. Abbiamo ancora fuori Di María, che dovrebbe tornare mercoledì. Szczesny è ancora fuori”.

Cosa c’è di positivo dalla partita di Parigi?

“Che dopo il 2-0 abbiamo avuto una buona reazione. Non mi piace che dopo la partita di Parigi la Juventus sia passata per una squadra che ha giocato bene dopo il 2-0, siamo passati per simpatici e questo non va bene. Dobbiamo essere antipatici, perché significa che siamo vincenti. Domani abbiamo una gara molto importante da affrontare con la giusta serenità. Stiamo lavorando bene, cerchiamo giorno dopo giorno di creare i presupposti per raggiungere gli obiettivi. Non dobbiamo essere né simpatici né bellini”.

Qualche indizio di formazione per domani?

La formazione non l’ho ancora decisa. La partita più importante è quella di domani, io ragiono sempre in quest’ottica. Domani ci darà la spinta per affrontare il Benfica nel migliore dei modi. Quella di martedì con il PSG sono più facili da giocare perché ci sono più spazi, domani sarà una gara diversa”.

Come sta il gruppo dopo questa prima parte di stagione?

“C’è grande voglia di lavorare e di tornare a vincere. Come sempre ho detto dall’inizio, ci mancano dei giocatori importanti. Come numero saremmo stati di più e avrei avuto l’opportunità di fare più cambi. Dobbiamo arrivare a novembre nelle migliori condizioni di classifica. A gennaio, una volta recuperati tutti, inizierà la stagione”.

Cosa ne pensa delle parole di Elkann a Gazzetta dello Sport?

“Sono molto contento dell’ottimismo di Elkann, ce l’ho anche io. Dobbiamo essere contenti di quello che stiamo facendo.

Kean può giocare anche come esterno d’attacco?

L’altro giorno a Parigi è entrato bene, però a sinistra fa meglio”.

Come possiamo aiutare Vlahovic a toccare più palloni?

Noi cerchiamo di aiutarlo, lui sta migliorando sotto questo aspetto. Milik la stessa gara a Firenze ha toccato trenta palloni, ma perché hanno caratteristiche diverse. A Dusan piace attaccare la profondità, Arek invece raccoglie di più il gioco. Dusan può migliorare come tutti. Hanno dimostrato di poter giocare insieme, domani non so se giocheranno insieme. Devo cercare di trovare l’undici giusto. I cambi diventano importanti, i cinque che entrano determinano la partita. Già tre anni fa contavano tre cambi, ora invece ne contano cinque. Quelli che sono in panchina si devono sentire titolari, sono quelli che determinano le partite”.

Come procede il recupero di Chiesa?

Spero di averlo prima della sosta del Mondiale. Credo che tornerà al 100% a gennaio. Speriamo di averlo al più presto con la squadra”.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Lorenzo Casini (Presidente Lega) sull’indagine: “Non commentiamo la vicenda. Calciopoli? Non c’è timore…”

Il popolo del calcio italiano si sta interessando, e non poco, alla vicenda dell'inchiesta contro la Juventus. Intercettazioni, documenti...

Altri Articoli