La Juventus U23 pareggia 1-1 in casa di un ottimo Trento

La partita tra Trento e Juventus U23, valida per la 37^ giornata del girone A di Serie C, va in scena allo stadio “Briamasco”. Partita che inizia alle 14:30 davanti ad un pubblico di casa molto caldo e sempre sul pezzo. La Juventus ha ottenuto la qualificazione matematica ai play-off nell’ultima giornata contro il Renate, mentre il Trento cerca punti per allontanarsi da una posizione di classifica non troppo tranquilla.

Inizio di partita molto ordinato per entrambe le squadre che cercano il guizzo giusto senza però riuscirci. Al 9′ errore in uscita per il Trento sulla trequarti ma la Juve con Brighenti non riesce ad approfittarne. Per vedere il primo tiro della partita bisogna aspettare il 16′ quando Soulè dal limite tira a lato con il destro. Al 20′ Brighenti subisce un colpo alla testa (involontario) ed è costretto ad una vistosa fasciatura. Il capitano non ce la fà ed al minuto 25 esce dal campo sostituito da Nikola Sekulov. Il Trento messo bene in campo da mister D’Anna con un solido 3-5-2 trova spesso spazio sugli esterni soprattutto con Riccardo Oddi che con il suo sinistro mette spesso dei cross che però gli attaccanti del Trento non riescono a sfruttare. Recrimina il Trento al 28′ per un intervento in area di Anzolin su Bearzotti, l’arbitro fà segno di continuare tra le proteste dei giocatori di casa. Nei successivi minuti accade poco fino al 35′ quando Bearzotti entra in area ma in diagonale spara a lato di poco. Ci prova Pasquato con una doppia occasione al minuto 38 direttamente su punizione dalla trequarti, palla che esce di poco sopra la traversa, mentre un minuto dopo proprio l’ex della gara punta deciso da sinistra e con un tiro a giro a mezz’altezza chiama Israel ad un intervento decisivo. Dall’angolo il Trento recrimina ancora per un presunto fallo in area, le proteste continuano ed è Leonardo Raggio a prendersi la prima ammonizione del match. Nel miglior momento del Trento però arriva l’episodio chiave, al 42′ Cudrig punta Raggio al limite, lo salta e viene atterrato, secondo giallo in pochi minuti per il difensore del Trento che saluta il match. Sulla palla va il numero 10 Matias Soulè che con una perfetta traiettoria a giro sopra la barriera firma l’1-0. Dopo 2 minuti di recupero si va all’intervallo. Inizia con qualche minuto di ritardo la ripresa per assicurare la contemporaneità su tutti i campi. I primi minuti vedono la Juve manovrare bene con due occasioni, ci prova prima Soulè, tiro centrale e successivamente Sekulov da posizione defilata dentro l’area che spara a lato.

Da qui in poi la Juve sembra lentamente sparire dal campo, a parte qualche sortita offensiva che un coraggiosissimo Trento inevitabilmente deve concedere. Al minuto 13 esce per la squadra di casa Riccardo Barbuti ed entra Emiliano Pattarello (ottima prova dell’esterno offensivo). Qui la partita cambia, è il Trento a prendere il mano il pallino del gioco, che cambia anche Luca Belcastro per Ruffo Luci, ed ecco che poco dopo i padroni di casa lanciano lungo, buco di Riccio con Pasquato che a tu per tu con Israel scivola e sciupa una colossale occasione per il pareggio. Riccio si rifà poco dopo al 20′ ribattendo dentro l’area un tiro a botta sicura di Pasquato, recupera il Trento che con Pattarello riesce ad imbucare ancora per Pasquato che tira ancora verso la porta ma è ancora Riccio che salva Israel. Per la Juve escono Sersanti e Leone per fare posto a Iocolano e Barrenecha, quest’ ultimo viene ammonito poco dopo per un fallo sulla trequarti su Wilfred Osuji che stava ripartendo pericolosamente. Al 29′ è ancora Riccio a contrastare e fermare Pasquato che stava per rendersi pericoloso battendo ancora a colpo sicuro. Al 33′ dopo un calcio di punizione dalla trequarti il Trento rimane in attacco, Pattarello mette il cross dalla sinistra, Pasquato stoppa in area e nel saltare il difensore viene steso, calcio di rigore per i padroni di casa. Sul dischetto si presenta il nuovo entrato Nicolas Izzillo che realizza fissando il punteggio sull’1-1. al 36′ escono Zuelli e Soulè rispettivamente per Palumbo e Compagnon. Nonostante questo continua il dominio territoriale del Trento, che spara alto con Ruffo Luci. Vengono assegnati 4 minuti di recupero. Al 46′ occasione enorme per la Juve, dalla sinistra cambio gioco di 40 metri di Anzolin che pesca Cudrig sulla destra il quale entra in area e regala un cioccolatino solo da scartare per Sekulov che clamorosamente da un paio di metri davanti a Marchegiani spara alto. Da segnalare al 49′ l’intervento eccezionale in scivolata di Poli su Pattarello sulla trequarti che ferma l’attaccante del Trento lanciato a rete. Finisce 1-1 al “Briamasco”, risultato giusto per quello che si è visto in campo. Una partita che servirà da lezione ai giovanissimi ragazzi di Zauli in undici contro dieci per più di un tempo, senza riuscire mai ad approfittare della superiorità numerica. Passa anche da queste partite la crescita dei ragazzi della Juventus U23, in vista dei play-off che possono vederli grandi protagonisti.

SPONSOR: Juventus Planet

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Altri Articoli

Exit mobile version