La Juve vola in borsa: le voci di delisting battono gli intoppi della Procura

Da Leggere

In questi giorni le azioni della Juventus continuano il loro percorso di risalita nonostante la richiesta della Procura FIGC di riaprire le indagini facendo ricorso per revocazione avverso la sentenza di proscioglimento della Juve in merito al caso plusvalenze. Scelta presa, ieri pomeriggio, dal procuratore Giuseppe Chiné.

Infatti, stando a quanto riportato dal noto sito esperto in materia Calcio&Finanza: “A Piazza Affari infatti le azioni della società bianconera hanno chiuso in crescita del 4,86% a 0,3148 euro per azione, sulla spinta ancora delle ipotesi di delisting che aleggiano sulla Juventus nelle ultime settimane. La capitalizzazione di Borsa è risalita così fino a sfiorare quota 800 milioni di euro (795 milioni alla chiusura delle contrattazioni nella giornata odierna), con alti scambi anche sul titolo considerando i volumi a 13,7 milioni su una media negli ultimi tre mesi di 7,9 milioni di pezzi scambiati ogni giorno.”

In poche parole, le voci di delisting, ovvero l’uscita dalla borsa della società, stanno “battendo” tutti gli intoppi che sta creando la Procura in merito alla riapertura del caso. Un’esborso, in caso di delisting, di EXOR che potrebbe aggirarsi tra i 250 e 300 milioni di euro.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Juve, è fatta per Pellegrini alla Lazio: prestito con diritto di riscatto a 15 milioni

È fatta per l'approdo di Luca Pellegrini alla Lazio. Il terzino italiano arriva dalla Juventus (via Eintracht Francoforte) con...

Altri Articoli