Inchiesta Juve, avv. La Marca: “Queste le possibili sanzioni….”

Da Leggere

Nei giorni scorsi, la GdF ha eseguito delle perquisizioni in alcuni studi legali di Torino, Roma e Milano, nell’ambito dell’inchiesta della Procura sul possibile falso in bilancio della Juventus. Di seguito riportiamo le parole dell’avvocato Domenico La Marca, esperto di diritto sportivo, rilasciate ai microfoni di 1 Football Club:

Senza entrare nel merito della vicenda, dal punto di vista della giustizia sportiva l’art.31 (Codice di Giustizia Sportiva) chiarisce che costituisce illecito amministrativo la mancata produzione, l’alterazione o la falsificazione materiale o ideologica, anche parziale, dei documenti richiesti dagli organi di giustizia sportiva, dalla Commissione di Vigilanza sulle Società di Calcio Professionistiche (COVISOC) e dagli altri organi di controllo della Federazione nonché dagli organismi competenti in relazione al rilascio delle licenze UEFA e FIGC, ovvero il fornire informazioni mendaci, reticenti o parziali. Ai sensi dello stesso articolo si parla ancora di illecito ammnistrativo in riferimento a comportamenti comunque diretti a eludere la normativa federale in materia gestionale ed economica nonché la mancata esecuzione delle decisioni degli organi federali competenti in materia. Di norma per i fatti previsti dal presente articolo i club sono punibili con la sanzione dell’ammenda con diffida“. 

Al comma 4 – continua La Marca – dello stesso articolo invece si chiarisce che la società appartenente alla Lega Nazionale Professionisti Serie A, alla Lega Nazionale  Professionisti Serie B o alla Lega Italiana Calcio Professionistico che, mediante falsificazione dei propri documenti contabili o amministrativi, si avvale delle prestazioni di sportivi professionisti  con cui non avrebbe potuto stipulare contratti sulla base delle disposizioni federali vigenti, è punita con la penalizzazione di uno o più punti in classifica

Discorso diverso nel caso previsto dal comma 2 della stessa normativa in cui un club che, mediante falsificazione dei propri documenti contabili o amministrativi  ovvero  mediante  qualsiasi  altra  attività  illecita  o  elusiva,  tenta  di  ottenere  od  ottenga  l’iscrizione a una competizione cui non avrebbe potuto essere ammessa sulla base delle  disposizioni vigenti, può essere punita ai sensi dell’art.8 comma 1 con la penalizzazione di punti o addirittura nei casi più gravi con la retrocessione”, conclude l’avvocato.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Juve, si lavora per Gabriel dell’Arsenal: nella trattativa anche Arthur

La Juve è al lavoro per rinforzare anche il reparto difensivo, che da domani sarà ufficialmente orfano di Giorgio Chiellini,...

Altri Articoli