Allegri nel post partita: “A volte fanno finta di non capirmi. Vlahovic deve trovare un equilibrio. Sui cambi…”

Da Leggere

Le parole di Massimiliano Allegri, ai microfoni di Sky Sport, al termine della sfida di Marassi che ha visto il Genoa trionfare nel finale sulla Juventus: “Dispiace aver perso una partita che si era incanalata bene, dovevamo far prima il 2-0. Purtroppo dobbiamo migliorare ma usciti Arthur, Miretti e Paulo non abbiamo avuto chi dava i tempi di gioco e rallentava l’azione. Avevamo contropiedisti, giocavano palla indietro e avanti, quando poi sbagli gol ci lasci le penne così. Dispiace perdere, a livello di classifica contava meno. Ne facciamo tesoro, mercoledì c’è la finale di Coppa e non possiamo sbagliare così tanto“.


I cambi erano in funzione della finale? “Arthur era fermo da tanto, Cuadrado rientrava e gli ho fatto fare 60′, De Sciglio sarà squalificato in Coppa, voglio arrivare nelle migliori condizioni mercoledì”.


Su Vlahovic: “Ha fatto una delle migliori gare a livello tecnico, l’ho tolto perché avevo Morata fresco e per farlo rifiatare. Sono molto contento di come ha giocato tecnicamente. Io ho provato a spiegarlo ma sono sempre stato attacco come se ce l’avessi con Vlahovic: un giovane ha meno gare degli altri in Serie A. Attraverso questo deve trovare un equilibrio. A volte dico le cose ma non capiscono o non fanno finta di non capire. Lui non si rende conto della prestazione buona, ma piano piano troverà un equilibrio. Troverà serenità per giocare a ritmo giusto a livello mentale, sono step che deve fare. Ora che non fa gol, si sente in difetto ma non è così. Glielo dico, ci parlo, stasera la sua gara è tecnicamente buona. Giocasse sempre così sarebbe un bene per la squadra“.


Su Kean: Solitamente gli capita mezza occasione e fa gol, stasera con cinque o sei non ne ha fatti uno. A volte le cose vanno bene, a volte hai così tante occasioni e non fai gol. E’ un 2000, ha tanta esperienza ma a volte fa troppa lotta, a volte deve giocare semplice. Fa duelli che non servono ma sono cose che possono solo migliorare: più gioca e più migliora“.


Sul rigore di Criscito: “Ci sono cose che capitano e ricapitano, anche stasera al 95′ nella stessa porta. Era difficile che sbagliasse. Se poi non segni ti meriti di perdere“.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Juve, le operazioni sui giovani finite sotto inchiesta dalla Procura di Torino

Come vi abbiamo riportato nell'articolo precedente (trovi qui l'articolo) la Gazzetta dello Sport, nella sua edizione odierna, ha pubblicato...

Altri Articoli