Allegri nel post partita: “Mancano i gol dei centrocampisti. Sul distacco dalle prime…”

Da Leggere

Le parole di Max Allegri ai microfoni di DAZN, al termine della sfida vinta contro il Cagliari all’Allianz.

Sul cambio di posizione degli attaccanti: “Morata con la squadra chiusa mi sembrava che si fosse un po’ innervosito, vedevo che faceva più fatica, gli arrivava la palla e non la gestiva bene, non attaccava bene la profondità e non si muoveva. A quel punto ho preferito mettere Kean centravanti che magari occupava un po’ di più l’area, attaccava un po’ di più la profondità e poi è stato bravo nell’occasione del gol. Morata si è un po’ più sciolto, ha trovato un po’ più di campo, di attacco alla profondità partendo da più largo e ne ha tratto giovamento tutta la squadra“.

Sui gol dei centrocampisti: “Innanzitutto come caratteristiche Arthur grandi gol non ce li ha, Locatelli da mezzala qualche gol ce l’ha, ne ha già fatti tre. I gol li devono fare Mckennie e Rabiot. Bentancur non ha tanti gol. Rabiot purtroppo, un po’ perchè in Nazionale gioca a due, un po’ perché tende un attimino ad abbassarsi un po’ troppo, anche nel primo tempo aveva tempi di inserimento giusti, ma non ha avuto una buona lettura. Quindi su questo bisogna lavorare tantissimo, perché credo che Adrien su quelle situazioni potrebbe veramente far male, con il tiro da fuori. Avevo chiesto ai ragazzi oggi di tirare molto da fuori. Bernardeschi ha tirato giusto, con cattiveria, due-tre volte. Ma le cose vanno fatte con la giusta cattiveria altrimenti è difficile fare gol. Però bisogna sicuramente trovare dei gol anche dai centrocampisti, dei gol sulle palle inattive”.

Sul distacco dalle prime: Dopo le prime tre partite abbiamo fatto praticamente gli stessi punti del Napoli, del Milan, forse qualcuno in più dell’Atalanta, e 4 in meno dell’Inter. Nelle ultime abbiamo fatto bene. Gennaio è un mese importante. Ti dico la verità, io sarei contenti di arrivare a fine febbraio con questo distacco per lottare per i primi quattro posti, su questo sarei molto contento. Dico così perché a gennaio/febbraio abbiamo tutti gli scontri diretti, poi una volta che gli scontri diretti saranno eliminati, si sfideranno tra di loro, quindi è normale che per noi il calendario potrebbe diventare un pochino più semplice“.

Sulla vittoria numero 252 in Serie A: Raggiungerla a Torino è una bella soddisfazione, speriamo di farne altrettante, è difficile, però cercheremo di farle. Dipende dai giocatori se me le regalano, io non è che vinco le partite, io posso cercare di dare una mano ai giocatori, a far meno danni possibili, ma sono contento“.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Ambra contro Allegri a X Factor: “Ho fatto 12 mesi di psicoterapia”

Ambra Angiolini punge Massimiliano Allegri durante la nota trasmissione X Factor. Nel corso della terza puntata delle audition del programma di Sky, la...

Altri Articoli