Allegri e Bonucci lanciano la rimonta della Juve: patto scudetto

Da Leggere

Allegri-Bonucci, patto scudetto: Juve, scatta la grande rimonta” titola questa mattina La Gazzetta dello Sport in merito al rapporto tra Massimiliano Allegri e il suo capitano Leonardo Bonucci.

I caratteri sono molto diversi, il dialogo non è certo simile a quello tra due vecchi amici, ma l’uno ha bisogno dell’altro ed entrambi sono convinti che vincere il campionato sia ancora possibile. D’altronde, entrambi erano presenti nel 2015-2016, quando la rimonta partì con due punti in meno rispetto a quelli attuali. Allegri ha bisogno del carisma del difensore, che nonostante la panchina contro il Monza non ha mai smesso di remare nella direzione del resto della squadra. Difficilmente l’allenatore juventino lo lascerà fuori un’altra volta, visto il ko in Brianza, e proprio da lui ripartirà contro il Bologna.

Bonucci sa di avere un compito importante, fare da collante tra il vecchio e il nuovo e trasmettere ai giovani quel DNA bianconero che si è smarrito negli ultimi anni, ma transizione per lui non è sinonimo di rassegnazione. Dalle difficoltà si esce più forti, ne sanno qualcosa lui e Allegri, passati attraverso i fischi dei tifosi agli albori dell’avventura torinese.

Leo sa adattarsi e soprattutto in questa squadra carente di idee può essere molto utile in fase di impostazione, creando un asse con Paredes. Nell’ultima partita giocata all’Allianz Stadium in Serie A, contro la Salernitana, Bonucci ha segnato la rete pesantissima del 2-2, prima del pasticcio del Var sul gol (regolare) annullato a Milik. Quella sera fu Allegri a spingerlo sul dischetto al posto di Vlahovic. “Era un pallone pesante”, spiegò il tecnico nel post partita. Quando la temperatura sale Leo si esalta, Allegri lo conosce bene e conta molto su di lui per la difficile rimonta scudetto.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Lotito: “La Juventus non è ogni male del calcio italiano. In tanti si sono abbeverati. Su Milinkovic…”

(ANSA) - ROMA, 05 DIC - "Oggi tutti parlano male della Juventus, ma è una di quelle società che...

Altri Articoli