Allegri alla vigilia di Juventus-Torino

Da Leggere

Dopo il pareggio in trasferta contro l’Atalanta, la Juventus ospita il Torino all’Allianz Stadium con il match in programma domani sera alle ore 20.45. Max Allegri in conferenza presenta il match.

Derby: “È sempre una partita speciale. Giochiamo contro un Torino con l’anima Toro, è stato bravissimo Juric a riportare il DNA granata. Domani giochiamo in casa, ci sarà il sold-out di quello che è il 50%. È l’ultima delle tre partite contro le squadre che giocano allo stesso modo, speriamo di aver imparato qualcosa”.

Atalanta: “La squadra stava facendo bene, poi abbiamo preso gol su una situazione favorevole nostra. Guardiamo il bicchiere pieno: è un buon punto, siamo rimasti davanti a loro. Dobbiamo continuare il nostro percorso per cercare di arrivare tra le prime 4. Non dobbiamo comunque essere contenti: il pari con l’Atalanta diventa ottimo se domani vinciamo il derby”.

Bremer: “Non mi fate dare giudizi sugli altri giocatori… Capello mi portò un esempio: disse che al Real Madrid  c’era un giocatore che non gli piaceva, mi pare Redondo, poi arrivò lì e lui giocò sempre. I giocatori vanno allenati, dall’esterno è superficiale la valutazione”.

Tridente: “Domani è complicata, non so se schiererò i tre davanti. Non ci sarà Bonucci, ha un affaticamento al polpaccio e vediamo se sarà disponibile martedì. Bernardeschi non è ancora pronto perché ha un’infiammazione all’adduttore e non possiamo rischiare di perderlo. Chiellini e Chiesa out”.

Cuadrado: “Domani gioca terzino destro”.

Kean: “Sta meglio, domani valuterò. L’altro giorno è entrato bene, è un giocatore importante in questo momento con una partita dietro l’altra”.

Pellegrini: “Sono contento. Ora è in una buona condizione, è tornato affidabile”.

Anima Juve: “Sono stati messi da parte gli obiettivi personali per mettersi a disposizione della squadra. Ora sono 6/7 mesi che stiamo insieme, ci conosciamo meglio. Ora anche loro conoscono meglio il mio linguaggio. Siamo più squadra, c’è entusiasmo e voglia di vincere”.

Permanenza Morata: “Discutere Morata tecnicamente è follia pura. Ora sta facendo molto bene, è sereno. Parlare di mercato ora… Bisogna essere concentrati sul momento: dobbiamo giocare i prossimi mesi con entusiasmo. Poi a giugno vedremo”.

Dubbi a centrocampo: “Uno tra Zakaria e McKennie, uno tra Locatelli e Arthur”.

Inter-Liverpool: “C’è da fare i compimenti all’Inter per come ha giocato ieri. La Champions è un po’ cambiata: il fatto che i gol in trasferta non valgono doppio fa sì che le partite cambino. In Champions può succedere di tutto, anche se Psg, Bayern Monaco e Manchester City sono le candidate a vincere”.

Zakaria davanti alla difesa: “Fa meglio l’interno del centrale, non l’ho ancora provato”.

Derby: “Non sono mai sbilanciati. Il Torino, quando li gioca, lo fa sempre col cuore. Domani è difficile, bisogna fare una bella prestazione. Saranno arrabbiati perché arrivano da due sconfitte immeritate”.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Retroscena Juve: in estate i bianconeri hanno rifiutato uno scambio con Kanté

Secondo quanto riportato dall'emittente televisiva inglese CBS Sports, in estate la Juventus ha rifiutato uno scambio proposto dal Chelsea fra Kanté e de Ligt. La società bianconera aveva...

Altri Articoli