Sassi (ex preparatore Juve): “Ecco le cause dei tanti infortuni”

Da Leggere

Negli ultimi anni la Juventus ha dovuto combattere con il problema degli infortuni. E per questo motivo, nella prossima stagione la società bianconera potrebbe intervenire rivoluzionando lo staff medico.

In merito a questo, Tuttosport ha intervistato il professor Roberto Sassi, ex preparatore della Juve: “Alcune statistiche della Uefa dicono che negli ultimi 15 anni, nei club che sono impegnati su tre fronti, c’è stata una crescita degli infortuni del 4%, soprattutto riguardanti i muscoli della coscia destra posteriore”. 

Le cause?Diverse. Dal carico di allenamento al poco adattamento alla velocità. Ci si infortuna prevalentemente nell’ultimo quarto d’ora di gara”. 

Le colpe: “Il preparatore può notare dei campanelli d’allarme, tipo l’affaticamento di un giocatore. Poi ci sono tanti altri fattori che incidono, per esempio l’età. La metodologia di uno staff potrebbe condizionare”.

Sulla responsabilità dei medici“Rispetto alla mia esperienza, posso dire che in fase d’infortunio, i medici non hanno alcuna colpa perchè non coinvolti nella programmazione degli allenamenti, eventualmente possono averla sulle ricadute. Però tutti fanno pressione per i rientri anticipati. Rispetto alla Juve, negli ultimi quattro anni non c’è stata molta differenza”.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Andrea Agnelli allo Juventus Club Parlamento: “Scelta in accordo con Elkann, la Juve è più grande di chi la potrà mai guidare”

L'ex presidente della Juventus, Andrea Agnelli, rompe il silenzio dopo due giorni dalle sue dimissioni di Lunedì sera. Intervenuto...

Altri Articoli