Rovella: “Volevo giocare con Dybala, ma Vlahovic va benissimo. Sul futuro…”

Da Leggere

Il regista di proprietà della Juve, Nicolò Rovella, si raccontaSportWeek della stagione passata, ma anche del suo futuro.

Ricadute: “Il pensiero è sempre quello: giocare. Appena non senti più male male, vuoi subito tornare. Ora ho imparato la lezione. Dopo tutte queste ricadute so forse ascoltare meglio il mio corpo, so qual è il mio limite“.

Tifo: “Genoa, perché mio nonno Nicolò è di Genova, siamo sempre andati lì in vacanza, avevamo una casa vicino Rapallo. Mio nonno è tifosissimo del Genoa. E lo sono diventato anche io“.

Famiglia interista: “Sì, mi iscrive mio padre Paolo, lui e mio zio sono interistissimi. È l’Inter del Triplete, l’Inter di Mourinho, il mio idolo assoluto è Sneijder… Avevo la sua maglietta. Quella è stata la prima“.

Idoli: “Sneijder e Marchisio, ero fissato con loro. Li guardavo alla tele e provavo a imitarli: quante punizioni contro il muro del garage… Sentono ancora il casino che facevamo“.

Idoli da calciatore: “Modric, senza dubbio. È inarrivabile: è istinto, qualità, personalità, tutto“.

Juve: “In questo momento non sono completamente felice per quel che è successo al Genoa. Un po’ di ansia è normale, ma sono di più gasato. Mi sento pronto e spero di rivelarmi all’altezza perché la Juve è un club di primo livello in Europa. Spero di potermi giocare le mie chance“.

Prime parole ad Allegri: “No. “Salve mister”… Non lo so. Mi presento, non lo so“.

Voglia di giocare: “Io volevo giocare con uno che è andato via, Dybala. Mi è dispiaciuto tanto. E con Chiellini, anche. Ma alla Juve ci sono un sacco di campioni. Vlahovic, Locatelli… Perin e Pellegrini li conosco già“.

Pogba e Di Maria: “Magari. Dai campioni c’è sempre da imparare. Sono curioso, non vedo l’ora di vedere com’è, di ritrovarmi in ritiro con loro“.

Io e Fagioli: “Ma si può giocare a due mezzali, no? Deciderà il mister

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Professor Manes: “Processo mediatico alla Juventus e ai suoi dirigenti”

Il Professore di Diritto penale all’Università di Bologna, l'avvocato Vittorio Manes, ai microfoni di Tuttosport ha aspramente criticato la...

Altri Articoli