Rovella: “Se non sono alla Juve è perché ancora non lo merito. Mi farò trovare pronto”

Da Leggere

 Nicolò Rovella, 20 anni il prossimo 4 dicembre, centrocampista della Juventus già protagonista di un ottimo inizio di campionato con il Genoa, si è raccontato in una lunga intervista a Ultimo Uomo assicurando di essere al lavoro per migliorare giorno dopo giorno, seguendo i consigli del mister e dei compagni più esperti. 

“Se non sono ancora in un club di prima fascia è perché non me lo merito e perché non sono ancora pronto. Che poi il Genoa è un club importante, di Serie A, ed è giusto che io faccia le mie esperienze. Dipende tanto da me: se gioco bene, se gioco male. Quando il mister decide di farmi giocare lo fa a seconda delle mie prestazioni: se gioco bene continuerò a giocare, se non giocherò bene è giusto che stia fuori. A me è sempre piaciuto tirare le punizioni, anche se qua ancora gol non se ne son visti… È una cosa che mi diverte, provo sempre a tirarle in allenamento, spero che prima o poi escano i frutti. Mi piace avere la palla tra i piedi. Quando sono arrivato in prima squadra, però, i compagni più esperti e tutti i mister che ho avuto mi hanno chiesto di giocare più veloce, di tenere poco la palla nei piedi, di darla e poi andare a riprenderla un’altra volta. Insomma: di tenerla poco perché se no poi ti arrivano. E questo o lo inizi a capire oppure…”. 

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Juventus, Chiesa nominato MVP di settembre

Dopo un mese da trascinatore, Federico Chiesa è stato eletto MVP del mese di settembre, dai tifosi bianconeri. Lo...

Altri Articoli