“Prossimi campioni” – Alla scoperta di Nicolò Turco

Da Leggere

“Prossimi campioni” è una rubrica settimanale all’interno della quale parleremo dei giovani giocatori della Juventus che hanno il potenziale per fare grandi cose. Oggi faremo un’analisi su Nicolò Turco.

Nicolò Turco nacque il 15 Gennaio del 2004 a Tortona, un comune italiano di 27092 abitanti situato, nel Piemonte, sulla sponda destra dello Scrivia, tra la pianura di Marengo e le estreme propaggini collinari dell’Appennino ligure, non lontano dal confine con la Lombardia.

Muove i suoi primi passi calcistici nelle giovanili del Genoa, vivaio famoso per la quantità smisurata di grandi talenti di prospettiva che riesce a sfornare ogni anno.

Rimane nel Grifone fino al 2018 quando passa nel settore Under 16 della Juventus (per 4mila euro), allenato a quel tempo dall’attuale mister della Primavera, Andrea Bonatti. Nel settembre 2020 passerà poi nella formazione Under 17 dove registra 9 presenze totali (torneo modificato causa Covid) tra Campionato Under 17 e Coppa Primavera. Nella stessa stagione sigla 6 reti e regala 2 assist per i suoi compagni. Il diamante grezzo inizia ad essere più raffinato...

Mister Bonatti rimane sempre più impressionato dalle sue prestazioni e viene immedatiamente relegato nella compagine Under 19.

Nella stagione ancora in corso ha giocato, fino ad oggi, 19 partite (14 Campionato Primavera 1, 5 Uefa Youth League) che gli permettono di registrare 1.089 minuti giocati. Rendimento sempre ad alto livello ed infatti lo dimostra anche la sua percentuale realizzativa: 9 gol in totale con una media di una rete ogni 121′ ed in più ha fornito 4 assist.

Il suo ruolo naturale è punta centrale ma non ci pensa due volte a coprire spazi diversi per la sua squadra quindi all’occorrenza può diventare seconda punta o trasformarsi in un’ala sinistra con il suo potente mancino pronto a bucare la rete avversaria.

In poche parole si tratta di un attaccante dallo straordinario fiuto del gol, cattivo sotto porta ma allo stesso tempo elegante. Un talento che va curato e protetto per poi farlo esplodere in tutte le sue sfaccettature.

La Vecchia Signora ha creduto in lui, la classica scelta azzardata come una giocata alla roulette che in questo caso ha ricompensato in pieno gli sforzi economici fatti.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Allegri e Bonucci lanciano la rimonta della Juve: patto scudetto

"Allegri-Bonucci, patto scudetto: Juve, scatta la grande rimonta" titola questa mattina La Gazzetta dello Sport in merito al rapporto tra Massimiliano Allegri...

Altri Articoli