“Prossimi campioni” – Alla scoperta di Marley Aké

Da Leggere

“Prossimi campioni” è una rubrica settimanale all’interno della quale parleremo dei giovani giocatori della Juventus che hanno il potenziale per fare grandi cose. Oggi faremo un’analisi su Marley Aké.

Marley Aké nacque il 5 Gennaio 2001 a Béziers, comune un comune francese di 72.554 abitanti situato nel dipartimento dell’Hérault nella regione dell’Occitania, sede di sottoprefettura.

La sua carriera calcistica nasce nella RCO Agathois dove passa ben cinque anni: dal 2007 al 2012. Altre due parentesi nelle giovanili del Montpellier e Béziers che l’astro nascente di Aké spicca in volo.

Nel 2018 i talent scout dell’Olympique Marsiglia rimangano ammaliati, come quando gli antichi greci sfidavano la dea Medusa per poi rimanere pietrificati, dalle sue giocate sopraffine e da quel talento puro come una diadema. Tutto ciò gli ha permesso la chiamata dal club francese che lo relega fin da subito nella seconda squadra. In quell’anno l’esterno parigino colleziona 37 presenze totali e 14 gol. Nella stagione 2019/20 viene premiato con diverse convocazioni in Prima Squadra : ben 24 condite da 9 presenze tutte da subentrato.

2020/21: la stagione della consacrazione. Il 28 Gennaio 2021 La Juventus preleva il giovane fenomeno parigino dall’OM per 8 milioni di euro attraverso uno scambio che ha portato il bianconero Franco Tongya in Francia. In sei mesi con la maglia dell’Under23 registra 17 presenze in Serie C, play-off compresi con 2 gol e 6 assist. Un buon impatto che ha convinto ancora di più la società, senza che servisse, dell’affare fatto per il futuro tanto che nella stessa stagione viene convocato ben tre volte da Mister Pirlo in Prima Squadra.

Nella stagione ancora in corso Marley Aké diventa sempre più perno del progetto Under 23 con le sue 23 presenze in Serie C e 4 gol e 4 assist. Numeri da talento che incuriosiscono anche il neo allenatore Max Allegri. In situazioni di emergenza viene convocato anche con i “big” e proprio nell’ultimo turno di Coppa Italia esordisce con un assist nella vittoria casalinga per 4-1 contro la Sampdoria. Lo Stadium si accorge subito del suo potenziale che riesce a strappare anche qualche applauso quando con uno scatto fulmineo brucia sul posto su Augello che lo travolge in area di rigore.

Acconciatura e giocate degne del miglior Douglas Costa: devastante nell’uno contro uno, motorino sulla fascia e ogni tanto finalizzatore in area. Solo il tempo saprà dirci se Akè sarà pronto per la Serie A...

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Kulusevski al Tottenham entusiasma, i giornali: “La più grande sconfitta di Allegri”

E' un rammarico Dejan Kulusevski per la Juventus. Ne è sicura la Gazzetta dello Sport, che trova il colpevole in Massimiliano...

Altri Articoli