Procura di Torino: tutte le trattative di mercato finite sotto inchiesta

Da Leggere

Ormai da settimane si parla della “famosa” indagine che sta coinvolgendo la Juventus con le accuse di falso in bilancio, stipendi non pagati e plusvalenze “pompate”.

L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport ha pubblicato l’elenco delle trattative che sarebbero finite sotto la lente d’ingrandimento della Procura di Torino. Di seguito riportati i casi incriminati.

AUDERO ALLA SAMPDORIA

Stando a quanto riportato da la rosea, la prima trattiva nell’occhio del ciclone è quella che ha portato la cessione di Emil Audero alla Sampdoria per una somma di 20 milioni di euro. Tale partenza rappresenterebbe un’ampia operazione di scambio in quanto alla Juventus sono arrivati i giovani Peeters e Mulè, rispettivamente per 4 milioni e 3,5 milioni di euro.

L’OPERAZIONE SPINAZZOLA-PELLEGRINI

La cessione di Leonardo Spinazzola alla Roma, per 29,5 milioni di euro (che ha consentito alla Juve di iscrivere nel bilancio una plusvalenza da 25.9M€) sarebbe avvenuta, secondo i pm, contestualmente all’acquisto di Luca Pellegrini, arrivato in bianconero per la cifra di 22 milioni di euro. Da una chiamata intercettata emerge anche il commento, poco convinto, di Cherubini che avrebbe detto: È una coda lunghissima. Ti ha portato a fare delle operazioni… che altrimenti in un contesto di normalità non puoi fare… Spinazzola-Pellegrini non puoi farlo!”.

LO SCAMBIO CALDARA-BONUCCI

Altra trattativa sotto inchiesta è lo scambio tra Milan e Juventus avvenuto nell’estate del 2018. I bianconeri cedono ai rossoneri Mattia Caldara per ben 35 milioni di euro (che ha iscritto nel bilancio una plusvalenza di 21.58M€) per poi acquistare, sempre per la stessa cifra, Leonardo Bonucci.

LO SCAMBIO ARTHUR-PJANIC

Una delle operazioni di mercato più chiacchierate, soprattutto per l’esito negativo portato ai due top club, è lo scambio tra Arthur e Pjanic nell’estate del 2020. Il Barcellona ha acquistato il centrocampista bosniaco per 60 milioni di euro più 5 di eventuali bonus. I bianconeri hanno iscritto nella relazione finanziaria una plusvalenza pari a 43.72 milioni e hanno comprato, nello stesso giorno, il brasiliano per ben 72 milioni di euro.

LO SCAMBIO CANCELO-DANILO

Nell’estate del 2019, il terzino portoghese, Joao Cancelo passa al Manchester City per una cifra di 65 milioni di euro. La Juventus ha realizzato una plusvalenza di 30.44 milioni e, contestualmente, ha acquistato Danilo per 37 milioni di euro. Entrambe le operazioni prevedevano una dilazione dei pagamenti in tre rate (una nel 2019, una nel 2020 e una nel 2021), le cui scadenze erano identiche tanto per i Citizens quanto per la Vecchia Signora (il 22 agosto di ogni anno).

LA CESSIONE DI EMRE CAN NEL 2020

Secondo la Procura di Torino, la cessione di Emre Can, avvenuta nel 2020, sarebbe avvenuta in circostanze anomali. Il trasferimento a titolo definitivo al Borussia Dortmund avrebbe dovuto verificarsi dal 1° luglio 2020, mentre l’iscrizione della plusvalenza da 14.7 milioni di euro è avvenuta nella relazione finanziaria annuale al 30 giugno 2020.

Sono queste, dunque, le trattive più importanti finite sotto indagine dalla Procura di Torino. Nel prossimo articolo troverete tutte le altre operazioni di mercato che riguarda l’acquisto, cessione o scambio di diversi giovani con altri club di Serie A.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Zazzaroni: “Retrocessione Juve? Il nostro sistema non può permettersi un altro botto”

All'interno del suo editoriale al Corriere dello Sport, il direttore Ivan Zazzaroni ha parlato dello spettro Serie B per...

Altri Articoli