Paredes: “Mio padre voleva che andassi alla Juve nel 2011.Ho rifiutato, non volevo fare il regista”

Da Leggere

Nel corso di una lunga intervista rilasciata a OléLeandro Paredes ha ricordato quando saltò il suo trasferimento alla Juve. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.

“Sì vero, nel 2011 fui molto vicino alla Juve. Mio padre mi ha sempre detto che dovevo giocare da numero 5 ovvero il regista davanti alla difesa, ma io non volevo. Non mi piaceva quel ruolo, volevo essere più avanzato, inserirmi e segnare. Quando è arrivata la Juve nel 2011, il direttore sportivo Paratici voleva che giocassi in quel ruolo per dare un ricambio a Pirlo. Gli ho detto che era pazzo, mio padre provò a convincermi ma alla fine restai al Boca. Poi dopo un po’ firmai in Italia per la Roma, che mi propose un altro ruolo, ma alla fine ho capito che le mie qualità sono da regista. Non sono rammaricato di quel rifiuto alla Juve, in quel momento non mi andava di giocare in quel ruolo”. 

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Rabiot: Allegri vuole il rinnovo a tutti i costi

Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, vorrebbe il rinnovo di Adrien Rabiot, centrocampista classe 1995 della nazionale francese, in scadenza di contratto...

Altri Articoli