Next Gen, Brambilla: “Siamo cresciuti molto. Vogliamo andare avanti nella competizione”

Da Leggere

Dopo l’importante vittoria in campionato di domenica contro il Sangiuliano City, per la Juventus Next Gen è arrivato il momento della Coppa Italia Serie C. Questa sera alle ore 19:00 i bianconeri si giocheranno l’accesso alla semifinale della competizione sul campo del Padova.

Mister Massimo Brambilla ha parlato alla vigilia della sfida, ai microfoni di JTV.

Vittoria contro Sangiuliano:La partita contro il Sangiuliano City è stata impegnativa e intensa dal punto di vista fisico perché abbiamo trovato una squadra con qualità e che stava bene fisicamente, di conseguenza è stata molto dispendiosa. Al triplice fischio ho fatto i complimenti ai ragazzi perchè siamo stati più precisi dei nostri avversari sotto porta e, nel complesso, è stata una bella gara di sostanza“.

L’importanza dei singoli: “All’interno di un match le giocate dei singoli diventano fondamentali perchè spesso le partite in questa categoria, ma anche in quelle superiori, si decidono con una palla inattiva o con una giocata di un singolo. È chiaro, però, che non ci si può affidare soltanto a questi due aspetti perchè all’interno di un incontro devi avere un’organizzazione di gioco che ti permetta di gestire nel migliore modo possibile le due fasi, difensiva e offensiva. È altrettanto evidente, però, come dicevo prima che debbano essere i giocatori stessi a fare la differenza in una partita e, poi, in un campionato“.

Sul Padova: “Non ci sono vantaggi o svantaggi nel giocare la sfida contro il Padova fuori casa perchè noi affrontiamo tutti i match allo stesso modo. In Coppa Italia, fino a questo momento, abbiamo sempre giocato fuori casa e ci ha portato bene, quindi speriamo che possa accadere lo stesso domani sera perchè, lo sappiamo, gli incontri di sola andata sono imprevedibili e può succedere di tutto. Proprio per questo motivo, anche questa volta, sarà fondamentale non prendere gol giocando compatti. Dovremo essere efficaci in attacco e molto attenti in fase di non possesso. Affronteremo una squadra che in queste settimane ha avuto qualche difficoltà perchè non arrivavano i risultati, anche se nell’ultima giornata di campionato si sono sbloccati. Noi, però, dobbiamo pensare a noi stessi e soprattutto non basarci sui numeri dei nostri avversari perchè il Padova è una squadra con individualità importanti e noi dovremo essere bravi a giocare la nostra partita, limitando anche i loro giocatori più pericolosi. Sono cambiate tante cose dalla sfida di campionato di inizio stagione, sappiamo che siamo cresciuti molto sotto tanti aspetti e questo dovrà essere per noi un motivo in più per provare a tornare a Torino con una vittoria“.

Gli stimoli:Una partita che vale un posto nella semifinale di Coppa Italia, con così tanti stimoli, si prepara da sola. Soltanto il pensiero di poter andare avanti nella competizione, vincendo l’incontro di domani, ci spingerà sicuramente a dare il massimo dal primo fino all’ultimo minuto di recupero. Sappiamo che non sarà semplice, ma ci giocheremo tutte le nostre carte a disposizione“.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Abodi: “Santoriello? E’ talmente evidente l’inopportunità”

Il Ministro dello Sport, Andrea Abodi, è intervenuto sul caso Santoriello a margine della presentazione ufficiale al Cinema Troisi di Roma del...

Altri Articoli