Moggi all’assemblea dei soci: “La Juve non ha rubato mai niente. Va riaperta Calciopoli”

Da Leggere

Luciano Moggi è intervenuto durante l’assemblea dei soci del club bianconero, in quanto azionista, con un nuovo attacco su Calciopoli. Le parole dell’ex dg della Juve:

“In tanti si domandano perché ho chiesto di venire e di parlare. Mi sento di dire alcune cose, sono venuto per tre motivi. Sono venuto per capire la situazione del nostro bilancio, perché non tengo molto conto di ciò che leggo. Poi per ringraziare Agnelli, nove scudetti non si vincono con facilità. Sono quelle cose che difficilmente si riescono a capire, ma chi è dentro sa quanto sia difficile. In una società che non si è mai difesa o non ha saputo difendersi, per questo è diventato un giocattolo nelle mani di tanti, soprattutto dei media. È un epiteto dato alla Juventus ‘Vince perché ruba’, ma non è vero perché ha sempre vinto sul campo e non ha mai rubato niente a nessuno. Forse hanno rubato qualcosa a noi, come nel diluvio di Perugia. Ce l’hanno rubato l’anno dopo, quando la Roma vinse il campionato e il presidente del CONI cambiò le regole in corsa facendo giocare Nakata a Torino che decise la partita facendo un gol. Vi dico poi per i passaporti visto che sento qualche parola: si canta fratelli d’Italia, poi il team manager della Nazionale è quello che ha falsificato il passaporto di Recoba. L’Italia è questa. So come ha lavorato Agnelli, è una cosa difficile da spiegare. Io sono uno che è abituato a vivere e non ad esistere, ancora combatto per Calciopoli. Siamo stati indicati colpevoli di cose che hanno fatto gli altri. Andrea qui ho un cofanetto con una chiave, qui c’è tutta Calciopoli. Qui sentirai Carraro dire che Fiorentina e Lazio non possono retrocedere, che dice non aiutate la Juve prima della partita contro il Milan“.

Se è vero che è stato riaperto il caso plusvalenze perché pensano di aver trovato elementi nuovi, è altrettanto vero che bisognerebbe riaprire Calciopoli, una ferita che non si rimargina ancora ne per noi ne per la Juventus“, ha ribadito ancora Moggi mostrando nuovamente una chiavetta che conterrebbe contenuti sull’ex presidente della FIGC Franco Carraro.

Le intercettazioni le potete sentire voi, quando Carraro dice di non aiutare la Juventus. Meani (ex dirigente del Milan, ndr) dice all’arbitro per Milan-Chievo 1-0: “Guarda che ti ho fatto dare 7 (in pagella, ndr)”. Non mi è piaciuto poi il discorso sportivo di Arrivabene. Le squadre si fanno con criterio, la Juventus non ha un centrocampo e non bisognava pensare di acquistare degli attaccanti“, ha concluso Moggi.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Inchiesta plusvalenze: le motivazioni integrali della sentenza

Sono state pubblicate sul sito della FIGC le motivazioni della sentenza del processo sulle cd. plusvalenze fittizie. Il 20...

Altri Articoli