McKennie: “In Italia ho imparato la tattica, è come una partita a scacchi. Su Allegri e Pirlo…”

Da Leggere

Weston McKennie intervistato a 1 vs 1, format in onda su DAZN. Le anticipazioni riprese dalla Gazzetta dello Sport dell’intervista disponibile da domani.

La mamma: “Mi manda messaggi: “Oggi sembri un po’ pesante, devi essere più veloce, difendere meglio” oppure “Hai giocato bene, bel gol, mi hai stupito””.

Harry Potter: “Passione nata per i disegni sulle copertine dei libri“.

Serie A: “In Italia ho imparato la tattica, è come giocare a scacchi: prima sei in una certa posizione, poi quando la palla è in un punto del campo devi essere dall’altra parte“.

Allegri e Pirlo: “L’esperienza. Allegri allena da non so quanti anni, Pirlo ha finito da poco di giocare. È diverso quando non puoi fare niente concretamente. A volte, mentre stavamo giocando, dopo che qualcuno aveva fatto un passaggio, lo guardavo a bordocampo e capivo cosa stesse pensando “io avrei fatto un altro passaggio, io avrei fatto meglio, perché non hai calciato così?”.

Futuro: “Ho imparato in tanti modi diversi che il calcio è un grande business e se non riesci a fare il tuo in un club come la Juventus, rimpiazzarti è tanto facile quanto prenderti”.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

La Juve Women vola in semifinale di Coppa Italia: altro tris rifilato al Chievo Verona

La Juventus Women stende al ritorno il Chievo Verona rifilando il secondo tris dopo quello registrato all'andata. Bonansea, Caruso...

Altri Articoli