Allegri: “Domani il primo scontro diretto della stagione. Sugli infortunati…”

Da Leggere

La Juventus ospita la Roma nella seconda giornata del campionato di Serie A Tim all’Allianz Stadium di Torino, match in programma sabato 27 agosto alle ore 18:30. Alla vigilia Max Allegri presenta la sfida ai microfoni dei giornalisti.

Match di domani: “Domani è il primo scontro diretto contro una Roma che ha iniziato bene e sta continuando il trend positivo iniziato l’anno scorso. Incontrare Mourinho è sempre un piacere: sta facendo un ottimo lavoro e sta plasmando la Roma a modo suo. Loro sono una squadra tosta, non hanno ancora subito gol. Sarà una partita molto equilibrata”.

Samp-Juve e Vlahovic: “Se toccasse un pallone e facesse un gol sarei contento. Con la Sampdoria abbiamo fatto un brutto primo tempo, però le partite durano 95 minuti. La cosa che mi ha fatto arrabbiare è il secondo tempo: non abbiamo sfruttate le occasioni, è stato annullato un gol per poco. Io sono arrabbiato per quello. Van dati meriti anche alla Sampdoria. E’ vero che non siamo riusciti a sviluppare all’interno del campo, ma le partite durano 95′ e nel secondo tempo dovevamo vincerla”.

Milik e il possibile arrivo di Paredes: “La Juve deve migliorare la posizione dell’anno scorso. Paredes non è ancora arrivato, non so se arriverà, bisogna concentrarsi sulla partita di domani. Su Milik sono contento, ha dei numeri impressionanti. Potenzia l’attacco. Come caratteristiche gli piace venire incontro piuttosto che la profondità, potrebbe giocare con Vlahovic. Aspettiamo il nulla osta burocratico così domani sarà a disposizione”.

Bremer in difficoltà con la Samp: “Non ha avuto difficoltà, ha mancato un intervento su una palla in diagonale. Di lettura, rimbalzo falso della palla”.

Bonucci: “Non sarà convocato perché non sta ancora bene. Ieri si è allenato con la squadra, stamattina non sentiva bene la gamba. Leo è un giocatore importante, ho bisogno di averlo al 100%. Da mercoledì in poi lo avremo a disposizione. Di Maria si è allenato parzialmente in gruppo, l’obiettivo è portarlo a Firenze”.

Dybala da avversario: “Con Paulo abbiamo passato anni straordinari. Ha fatto tanti gol, con le sue giocate ha fatto divertire pubblico e tifosi e me. Domani lo troviamo da avversario, è un piacere rivederlo”.

Szczesny e infortunati: “Domani è a disposizione. Kaio Jorge ha avuto un problema serio, Chiesa è sulla via del recupero ma non sappiamo quando tornerà. Pogba lo stesso. Aké frattura del malleolo quindi non sarà a disposizione. I due che verranno recuperati, Bonucci e Di Maria, spero per Firenze”.

Locatelli: “Sta facendo bene, quando non gli riescono le cose si innervosisce ma deve stare sereno Piò crescere di condizione, in settimana non è stato bene per gastroenterite. Se giocherà Rovella davanti alla difesa può fare la mezz’ala destra”.

Girone UCL: “In Champions sono partite difficili. Il Psg è l’avversario più forte in Europa, sarà bello giocare questo doppio scontro. Il passaggio del turno passa nel doppio confronto col Benfica, ma sono tutte partite difficili. In Europa è difficile che ci siano partite facili”.

Rovella e Miretti con la Roma: “Devo decidere il centrocampo, poi anche in difesa ho un po’ di dubbi. Devo valutare eventuali cambi che ho a disposizione soprattutto se arriverà l’ok per Milik”.

Juve-Roma: “Mi aspetto che sarà una bella partita e una bella serata di sport. Siamo solo alla terza giornata, c’è solo da migliorare la condizione e la gestione della partita. Bisogna rimanere sereni e tranquilli, in una partita non si decide il campionato. Ci sarà bisogno dei tifosi, che col Sassuolo sono stati straordinari. Ci saranno domani momenti di difficoltà contro una Roma forte. Ci vorrà aiuto da parte di tutti”.

Si sta divertendo: “Sono tornato e l’anno scorso abbiamo buttato le basi per costruire qualcosa di importante e tornare a vincere. Vediamo a fine mercato, così avremo modo di lavorare con una rosa ben definita. Il divertimento per me è vincere e per farlo bisogna passare attraverso momenti di difficoltà. Ci vuole pazienza, ecco perché l’altro giorno quando abbiamo fatto il primo tempo con la Sampdoria dovevamo rimanere più sereni. Peggio del primo tempo non potevamo fare. Ci è mancato il gol nel secondo tempo dove la squadra si è espressa bene. Se giochiamo come il primo tempo con la Samp è normale che non mi diverta”.

La vera Juve: “Finiamo il mercato e vediamo chi abbiamo a disposizione. C’è un buono spirito e voglia di arrivare agli obiettivi. Giuste le critiche dopo il primo tempo di Genova, ma di questo dobbiamo fare scudo. Dopo quel primo tempo, ripeto, dovevamo portare a casa la partita. Dobbiamo rimanere sereni e non andare in frustrazione”.

Milik: “Visto che non ho ancora deciso la formazione, magari lo faccio allenare dall’inizio. Mi è balenata un’idea così quando stavo tornando nello spogliatoio. Vediamo, undici li facciamo giocare altrimenti ci squalificano”.

Centrocampo con la Samp: “Non vorrei che passi questo divertimento per diventare bellini ma perdenti. Dobbiamo giocare bene a calcio e vincere le partite. Se la Juventus avesse vinto a Genova si sarebbe parlato di un’altra squadra e nessuno si sarebbe ricordato del primo tempo. A Genova abbiamo svuotato il centrocampo perché le mezzali si sono messe a fare gli attaccanti. Cerchiamo tutti i giorni di migliorare. Io sono un amante delle belle giocate”.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Lo scopritore di Carnesecchi: “È di famiglia bianconera. Vice Szczesny? No, è il portiere del presente…”

In esclusiva a TuttoJuve, l'attuale dirigente del Santarcangelo Luca Scattolari, uno dei primi a scoprire Marco Carnesecchi, ha parlato...

Altri Articoli