Allegri: “Bremer e Di Maria sono recuperati. Sulle condizioni di Vlahovic…”

Da Leggere

Domani sera all’Allianz Stadium di Torino, andrà in scena il big match tra Juventus e Inter. Max Allegri alla vigilia si presenta ai microfoni dei giornalisti per presentare la gara.

Juve-Inter: “E’ una partita importante, è il derby d’Italia, è Juve-Inter, è sempre una partita molto sentita, ad alta tensione. E’ bella da giocare”.

Vlahovic, Di Maria e Bremer: “Sono recuperati. L’unico dubbio è Vlahovic, vediamo domattina perché non sta ancora bene. Vediamo domani mattina, gli altri due dovrò valutare se uno partirà dalla panchina o giocheranno tutti e due“.

Bremer-Bonucci: “Difficili da ipotizzare, sceglierò a partita in corso. Vedrò come va la partita. Domani c’è bisogno delle 5 sostituzioni che saranno molto importanti”.

Intensità Inter-Juve: “Dipende anche dallo svolgimento. L’Inter è una squadra forte fisicamente, molto esperta. Dobbiamo giocare con coraggio, sapendo i loro punti di forza. Dobbiamo lavorare su quello. Domani fortunatamente è molto importante perché arbitra Doveri che è alle 200esima in Serie A e gli faccio i complimenti. Sarà una partita gestita al meglio”.

Chiesa dopo il PSG: “L’ho trovato bene, è stato una piacevole sorpresa. Domani sarà a disposizione e sicuramente sarà della partita”.

Locatelli o Fagioli davanti la difesa: “La formazione non l’ho ancora decisa. I centrocampisti l’altro giorno hanno giocato tutti bene, ma sarà una partita diversa rispetto al Psg”.

Migliorie: “Siamo più attenti nella partita, più sereni. Stiamo facendo un percorso per tornare a essere competitivi. Abbiamo trovato dei giovani, che sapevano delle loro qualità, che han giocato partite importanti. Sono giocatori su cui sappiamo di fare affidamento”.

Vlahovic: “Domani vedrò se è a disposizione. Non sta bene perché ha saltato giorni di allenamento. Ha questa infiammazione pubalgica e dovrò valutare domattina. Se starà bene verrà in panchina ma è inutile portare un giocatore che non può giocare”.

Partita della svolta: “Della svolta no perché il campionato è lungo. Ci darebbe la possibilità di dare continuità ai risultati fatti fino ad ora, sapendo che giochiamo con una squadra forte”.

Bonucci e Di Maria titolari: “Non lo so. Domattina valuterò e deciderò. Durante la partita ci sarà bisogno di tutti”.

Kostic e Chiesa insieme: “Sono due ruoli diversi. Federico è più attaccante, ma possono giocare insieme e coesistere ma dipende dai momenti della partita”.

Giovani: “Li ho visti bene come tutti. Dobbiamo mantenere l’equilibrio e riabituarsi a vincere. Ma fa parte di un percorso. Ho anche degli anziani che mi danno una mano e danno una mano a loro. Sono un esempio importante per questi ragazzi”.

Sorpassare l’Inter: “Sarebbe importante ma il campionato è lungo quindi ci sono tanti punti a disposizione. L’anno scorso non li abbiamo mai battuti e cercheremo di invertire questa tendenza”.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Pjanic: “Agnelli resterà vicino alla Juve. Mi piacerebbe tornare da dirigente o allenatore”

In un'intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, l'ex centrocampista della Juventus, Miralem Pjanic, ha commentato le dimissioni da parte del...

Altri Articoli