Juventus, l’evoluzione di Bernardeschi potrebbe cambiare i piani di mercato

Da Leggere

Sin da quando è arrivato alla Juventus, nell’estate del 2017 dalla Fiorentina per 40 milioni di euro, ci si aspettava davvero tantissimo da Federico Bernardeschi. Il 27enne mancino di Carrara, però, ha disatteso le aspettative e, con il passare degli anni, è finito nelle retrovie, nonostante i tre cambi di allenatore avvenuti: da Massimiliano Allegri a Maurizio Sarri, per finire con Andrea Pirlo

E’ la possibile trasformazione definitiva di Federico Bernardeschi, un progetto su cui Andrea Pirlo aveva cominciato a ragionare fin dai primi momenti in cui gli era stata affidata la panchina della Juventus. «Gliene avevo parlato questa estate in vacanza. Avevo incontrato Bernardeschi al mare e gli avevo esposto l’idea che avevo in mente: quella di farlo giocare terzino sinistro, per forza e per corsa. Quando arriva da dietro può sfruttare le sue qualità, inoltre ha anche meno compiti nell’uno contro uno da fermo. Mi ha dato la sua disponibilità, le ultime partite sono andate bene, proseguiremo su questa strada».

L’ultimo tentativo l’ha portato a diventare un esterno difensivo sulla fascia sinistra: domenica pomeriggio contro il Benevento avrà un’occasione in più per brillare. Per blindare il proprio futuro, visto che i dirigenti lo vedono come terzino in un futuro immediato e su queste basi potranno trattare il rinnovo contrattuale che scade nel giugno 2022. Pesano i 4 milioni netti d’ingaggio a stagione, motivo per cui il mercato è un rebus per Bernardeschi, ma ora c’è una nuova possibilità

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Pasqualin, storico agente di Del Piero: “Ritorno alla Juve complicato, dipende da Exor”

Ai microfoni di TuttoJuve, l'avvocato e procuratore Claudio Pasqualin, storico agente dell'ex bandiera della Juventus Alessandro Del Piero, ha parlato di un...

Altri Articoli