Juventus-Lazio 3-1: Morata e Rabiot regalano la vittoria ai bianconeri

Da Leggere

Ottima partita da parte della squadra di Andrea Pirlo che nonostante il fulmineo vantaggio dei biancocelesti, trovano la concentrazione e la grinta giusta per ribaltare il risultato e portare a casa i tre punti. I ragazzi di Simone Inzaghi partono molto bene, sfruttano un errore difensivo grossolano della Juventus e grazie a Correa si portano in vantaggio. I bianconeri cercano di prendere in mano le redini della partita, dominando le azioni di gioco del primo tempo. Molte le proteste scaturite da un presunto fallo di mano del difensore biancoceleste Hoedt, con l’arbitro che non assegna il calcio di rigore. Prende fiducia la squadra di Andrea Pirlo, e 5 minuti della fine grazie all’inserimento in area di rigore di Rabiot, sigla il gol del pareggio beffando Reina sul primo palo. Comincia il secondo tempo dove la Juventus scende in campo con un’altra grinta. Chiesa ruba un pallone ai biancocelesti e serve una palla ad Alvaro Morata che insacca il gol del vantaggio. Passano pochi minuti ed Aaron Ramsey guadagna un calcio di rigore, battuto e messo in rete dall’attaccante spagnolo che sigla una doppietta

TABELLINO

Reti: 14′ Correa, 39′ Rabiot, 57′ Morata, 60′ rig. Morata

Juventus (4-2-3-1): Szczesny; Cuadrado (70′ Arthur), Demiral, Alex Sandro, Bernardeschi; Ramsey, Danilo, Rabiot; Kulusevski (90+2′ Di Pardo), Ramsey (70′ McKennie), Chiesa (81′ Bonucci); Morata (70′ Ronaldo). All. Pirlo. A disp. Buffon, Pinsoglio, Dragusin, De Marino, Fagioli, Peeters, Ake

Lazio (3-5-2): Reina; Marusic (81′ Pereira A.), Hoedt, Acerbi; Lulic (55′ Patric), Milinkovic, Leiva (55′ Escalante), Luis Alberto (81′ Caicedo), Fares; Correa, Immobile (81′ Muriqi). All. Inzaghi. A disp. Strakosha, Pereira G.,, Parolo, Cataldi, Musacchio, Shehu, Akpa Akpro, Muriqi

Arbitro: Massa di Imperia

Ammonito: 80′ Acerbi

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Rabiot da esubero a futuro della Juve, il suo rinnovo non è più un’utopia

Non sono stati solo i due gol siglati nell'ultima giornata di Champions League ad aver fatto cambiare idea alla...

Altri Articoli