Il Real batte 2-0 la Juve: il recap del match

Da Leggere

Il tour americano della Juventus si conclude con una vittoria, un pareggio, una sconfitta. Questa sera, di fronte agli oltre 92 mila spettatori del Rose Bowl passa il Real, per 2-0, ma i bianconeri rientrano a Torino con un bagaglio di ottimo lavoro in vista dell’imminente avvio del Campionato. Di seguito riportato il recap del match pubblicato sul sito ufficiale bianconero.

Inizio da brividi per i bianconeri, perché dopo solo un minuto Il Real è già in gol, con Benzema, ma c’è la bandierina alzata dell’assistente dell’arbitro.

Tirato il fiato, la Juve comincia davvero la sua partita: i bianconeri, così come visto nelle prime apparizioni di questa stagione, cercano un calcio propositivo, che privilegi la tecnica, le uscite veloci dalla fase difensiva e che permetta a Di Maria di scatenate le sue giocate rapide e improvvise. 

TRAVERSA JUVE, VANTAGGIO REAL

E i risultati si vedono: al dodicesimo Bonucci colpisce la traversa su calcio di punizione, un minuto dopo Vlahovic ha, in area madrilena, il pallone buono per battere Courtois, ma non trova il tempo giusto.

Al 19’ si ribalta però la situazione: accelerazione di Vinicius, Danilo lo tocca in area, rigore, che Benzema trasforma con un’esecuzione perfetta.

La Juve reagisce, al 27’ si rende pericolosa in area dei Blancos, con Di Maria che potrebbe approfittare di un retropassaggio errato di Mendy per Militao, ma viene anticipato.

I ritmi non sono altissimi, e le occasioni da gol non abbondano: al 36’ Benzema cerca l’accelerazione, ma la difesa bianconera è attenta e non lascia spazi 

Un’occasione per parte nel finale di tempo: da un lato, ci prova Vinicius ma la sua posizione fortemente defilata lo sfavorisce e non trova nulla più dell’esterno rete. Dall’altra, su azione da calcio d’angolo conquistato da Vlahovic su ottima assistenza di Fagioli, Bonucci non trova l’impatto vincente.

Sono le ultime emozioni di un primo tempo che vede la Juve sotto, in un match tutto sommato ancora molto aperto.

RIPRESA PIU’ BLANCA CHE BIANCONERA

La Juve parte bene nella ripresa, con Kean che cerca di seminare il panico in area madrilena senza trovare la via della rete, ma dopo 10 minuti è il Madrid a rendersi pericoloso con Mendy che da sinistra scalda i guantoni a Perin.

Mattia è protagonista, in una ripresa che vede nella sua fase centrale il Madrid salire, nonostante la girandola di cambi (che coinvolge, come in tutte queste partite amichevoli, anche i bianconeri).

Dopo Mendy, il portiere bianconero dice di no a Carvajal al 58’ e a una conclusione a giro di Benzema al 62’.

Sei minuti dopo però, non c’è nulla da fare sull’azione corale degli spagnoli, che manda Vallejo al cross per il neo entrato Asensio, che segna da pochi passi.

La partita non vive più grandi emozioni, dopo il raddoppio del Real la Juve ha comunque il merito di mantenere non solo alta l’attenzione, ma di fare gioco anche con i nuovi entrati negli ultimi 20 minuti di gara, pur senza creare grattacapi alla porta del Real.

Finisce così: la partita e la tournée. Ciao, America, è stato come sempre stupendo. Appuntamento a Villar Perosa, giovedì 4 agosto.

Real Madrid – Juventus 2-0

Reti: 19’ Benzema (Rig.), 68’ Asensio

Real Madrid: Courtois; Carvajal (18’ st Nacho), Alaba, Militao (1’st Rudiger), Mendy (18’ st Lucas Vazquez); Modric (18’ st Tchouameni), Casemiro (18’ st Camavinga), Kroos 18’ st Ceballos); Valverde (18’ st Asensio), Benzema, Vinicius (18’ st Hazard). A disposizione: Lunin, Luis Lopez, Canizares, Vallejo, Borja Mayoral, Odriozola, Rodrygo, Mariano, Tobias, Latasa. All. Ancelotti

Juventus: Perin

(25’ st Pinsoglio), Danilo (31’ st Da Graca), Bonucci (18’ st Gatti), Bremer (25’ st Rugani), Alex Sandro (25’ st Pellegrini); Zakaria, Locatelli (31’ st Cudrig), Fagioli (18’ st Rovella); Di Maria (1’ st Cuadrado), Vlahovic (18’ Aké, 30’ st Soulé), Kean (31’ st Barbieri). A disposizione: Garofani. All. Allegri

Arbitro: Radchuk

Ammonito: 36’ st Asensio (R)

Fonte articolo e foto: juventus.com

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Cosa rischia la Juve? Nient’altro che una multa

Cosa rischia una Juve? Nient'altro che un'ammenda fino a €50mila, idem per i dirigenti. Come al solito, titoli sensazionalisti per acchiappare click.

Altri Articoli