I Viking contro Agnelli: “Le colpe sono sue. Elkann è ora di prendere provvedimenti”

Da Leggere

Il periodo della Juventus è chiaramente negativo e oltre ai risultati, che non arrivano, i malumori all’interno dell’ambiente sono tantissimi. Lo spogliatoio è spaccato, molti calciatori non seguono più il mister che lotta anche contro i tifosi che non lo vogliono fuori da Torino.

Loro non sono gli unici. Anche la dirigenza non sta vivendo un buon periodo. Una buona parte di tifoseria è ormai stanca delle decisioni poco “dure” dei vertici nei confronti dei colpevoli di questo inaspettato disastro sportivo.

I Viking, storico gruppo ultras Juve, attraverso un post su Instagram ha attaccato duramente il presidente Andrea Agnelli chiedendo alla famiglia Elkann di prendere provvedimenti nei suoi confronti. Ecco le critiche dei tifosi pubblicate sui social: “Fino a quando decideva il colore delle tende degli uffici amministrativi o lo spessore della carta igienica nei bagni degli spogliatoi della prima squadra tutto filava liscio: scudetti, coppe nazionali, finali di Champions. Poi, ha deciso di fare veramente il Presidente: via Marotta, via Paratici, via Allegri, via Sarri, via Pirlo, via le strisce sulla maglia, via il logo, via gli ultra dallo stadio. 700 milioni di ricapitalizzazione in 3 anni per avere: una squadra piena zeppa di mediocri, un DS preso dalla Serie C, un amministratore delegato che di calcio sa solo che la palla è sferica, uno stadio trasformato in un cinema all’ aperto. Lapo e John Elkann è l’ora delle decisioni irrevocabili”.

Gli stessi tifosi difendono il tecnico Allegri chiedendogli di non dimettersi. Secondo loro, il vero problema della Juve, è la dirigenza oltre che ad una parte di calciatori che “rema” contro.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Juve-Maehle, si lavora sulla formula del prestito: i dettagli

Il terzino 25enne dell'Atalanta, Joakim Maehle, secondo quanto riportato da Tuttosport, ora è in cima alla lista delle preferenze...

Altri Articoli