Giaccherini: “Io come Barella. Italia-Belgio? Chi vince va in finale”

Da Leggere

L’ex calciatore della Juventus e della Nazionale Italiana Emanuele Giaccherini, ha parlato intervistato dai microfoni de La Gazzetta dello Sport, ricordando il suo gol al Belgio messo a segno nella prima giornata di Euro2016.

Gol al Belgio: “Il bello è che dietro quel gol a Euro 2016 c’è un rimprovero di Conte. Contro la Scozia, in amichevole, avevo sbagliato un paio di volte dalla stessa posizione, così in allenamento mi riprese. Lancio di Bonucci, controllo perfetto e destro all’angolino. In quel guizzo c’è tutta la mia storia. Devo tutto a mister Conte e a quel rimprovero. Con l’Italia mi sentivo un vero supereroe. Ci davano tutti per spacciati, invece lui ci convinse a smentire tutti dicendo che i più forti eravamo noi. E così fu. Spero adesso in un altro 2-0”.

E il Belgio come si batte? “Concentrazione, raddoppi, cura dei dettagli, marcature. Sono preoccupati anche loro. L’Italia è forte, difende bene, In avanti c’è Chiesa che è un talento. In mezzo ce la giochiamo con tutti. Il fenomeno è Lukaku. Nel 2016 non era quello di oggi”.

Un pronostico per la partita di sabato sera? “1-1 e poi vinciamo ai rigori, Insigne e Chiesa protagonisti. Sarebbe la chiusura di un cerchio dopo quella serataccia contro la Germania ai quarti…”

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Juventus-Atalanta 0-1: Zapata punisce i bianconeri all’Allianz

L'Atalanta è ospite della Juventus per la quattordicesima giornata del campionato di Serie A Tim. Nel primo tempo la...

Altri Articoli