Gazzetta – Riscatto salato: ecco quanto costano Morata e Kean

Da Leggere

L’attacco della Juventus che verrà è tutto in divenire, come scrive La Gazzetta dello Sport. Tra infortuni con tempi di recupero lunghi, contratti non rinnovati e riscatti in dubbio, l’unica certezza di Massimiliano Allegri si chiama Dusan Vlahovic. Intorno a lui la dirigenza dovrà ricostruire il reparto offensivo: Paulo Dybala sa già da tempo che il suo futuro sarà lontano da Torino e la stessa sorte potrebbe toccare a Federico Bernardeschi.

La grande incognita è Federico Chiesa (fermo per infortunio al crociato), con il rientro previsto tra fine settembre e ottobre, e poi ci sono Alvaro Morata e Moise Kean, il cui futuro resta incerto, per via del riscatto “salato”.  In totale – per i due – sarebbe un investimento da oltre 60 milioni di euro, su cui il club bianconero ha intenzione di riflettere bene.

Morata e Kean sono arrivati tutti e due in prestito, ma mentre per lo spagnolo la Juventus ha solo il diritto di riscatto (fissato a 35 milioni) da esercitare quest’estate, al termine del secondo anno, nel caso dell’azzurro c’è un obbligo già fissato a 28, che va ad aggiungersi ai 7 milioni per il prestito distribuiti tra la stagione in corso e la prossima, più altri 3 di bonus. Questo significa che per Morata la Juventus può scegliere, mentre per Kean no.

La volontà è quella di provare a rinegoziare il prezzo con l’Atletico, partendo da una base decisamente più bassa, non superiore ai 20 milioni. In quel caso tenere Alvaro a Torino potrebbe diventare una discreta opportunità: a quella cifra non è facile rimpiazzarlo. Il suo desiderio di rimanere alla Juve è immutato, come ha già dichiarato dallo stesso pubblicamente. Molto dipenderà dalla disponibilità della squadra madrilena ad accettare una cifra al ribasso.

Diversa la situazione di Kean, arrivato negli ultimi giorni di mercato dopo l’addio di Cristiano Ronaldo. L’accordo con l’Everton prevede l’obbligo di acquisizione a titolo definitivo “al raggiungimento di determinate prestazioni sportive nel corso della stagione 2022-23“. La Juventus quindi spenderà solo 4 milioni la prossima stagione, ma poi ce ne vorranno 31 per renderlo definitivamente bianconero. Il club è convinto che l’attaccante azzurro possa avere un discreto mercato all’estero, in particolare in Premier League, la formula con cui è tornato in Italia però complica i discorsi: per una cessione (temporanea o definitiva che sia) servirebbe ridiscutere l’intesa anche con l’Everton. Possibile ma sicuramente complicato.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Professor Manes: “Processo mediatico alla Juventus e ai suoi dirigenti”

Il Professore di Diritto penale all’Università di Bologna, l'avvocato Vittorio Manes, ai microfoni di Tuttosport ha aspramente criticato la...

Altri Articoli