De Winter: “Vlahovic forte, ma lo sono anch’io. Chi temo? Rabiot…”

Da Leggere

Il difensore della Juventus, oggi in prestito all’EmpoliKoni De Winter, ha rilasciato un’intervista a Tuttosport in vista della sfida di domani contro la squadra proprietaria del suo cartellino.

Sul ritorno a Torino: “Sensazione? Bella. E’ sempre bello giocare contro la tua, non ex squadra… la tua squadra che ti manda in prestito. E’ una partita molto importante e voglio fare bene. Quando è uscito il calendario una delle prime cose che ho fatto è stato controllare quando avremmo giocato contro la Juve”

Sulla Serie A: “Come mi sento? Bene. Ho cambiato squadra e livello, più alto della Serie C fatta con la Juve Under 23, ma mi trovo bene. In queste ultime partite poi ho preso fiducia, mi sento a mio agio in campo: è il momento perfetto per questa partita. Empoli decimo, sorpreso? No. Durante la preparazione mi ero accorto che siamo un gruppo forte. Poi non conoscevo il livello della Serie A e quindi non potevo fare confronti, ma sapevo che noi siamo forti“. 

Sulla sfida: Dovremo dare tutto e giocarcela, provando a vincere. Di sicuro ci vorrà molta personalità. A livello tattico ci penserà il mister ad aiutarci dicendoci quello che dobbiamo fare, noi dovremo solo seguire le sue indicazioni. Cosa chiede Zanetti? Di migliorare in tutto. E lo fa dandomi la possibilità di sbagliare, crescendo anche attraverso gli errori”. 

Su Vlahovic: “Dusan è forte in tutto. Ma anch’io credo di essere forte, quindi sarà una bella sfida per me. Chi temere? Mmh… Il primo che mi viene in mente è Rabiot: se gli lasci spazio per partire palla al piede, con la sua progressione lui può saltare la pressione”.

Su Pogba:Meglio, l’ho incontrato perché è arrivato nel mio ultimo giorno a Torino prima di trasferirmi qui a Empoli. L’ho salutato e gli ho anche fatto vedere la foto che mi scattai con lui in centro a Torino, quando da bambino ero in vacanza con mia mamma. Spero comunque di salutarlo di nuovo allo Stadium domani sera“.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Juventus, le motivazioni della sentenza: “Illecito grave, ripetuto e prolungato”

 "La Juve ha commesso un illecito disciplinare sportivo, tenuto conto della gravità e della natura ripetuta e prolungata della...

Altri Articoli