Con lo Spezia la Juve fa fatica, Arthur no: il brasiliano si prende la Juve

Da Leggere

La Juve complice anche i tanti infortuni e le conseguenti poche rotazioni che può attuare appare stanca ma riesce con il minimo scarto ad archiviare la gara contro lo Spezia portando a quattordici la striscia di partite consecutive senza subire sconfitte. Soprattutto nel secondo tempo i Bianconeri si mostrano in difficoltà e Szczesny deve fare gli straordinari per mantenere la porta inviolata.

Tuttavia nel “grigiore” della gara di Domenica sera una nota positiva c’è stata: la prova di Arthur è ancora una volta risultata tra le migliori per abnegazione e sagacia tattica e finalmente il Brasiliano sta trovando continuità nelle prestazioni. Si dimostra abile sia nella fase di interdizione che in quella di costruzione e la sua crescita appare evidente limitando i suoi difetti e dimostrandosi sempre più ordinato in mezzo al campo in una linea a 4 in fase difensiva.

Ad esempio in questa fase di gioco comanda e guida Locatelli ad una “pressione alta” andando a prendere i centrocampisti avversari nei loro 30 metri di campo cosa che fin adesso si era vista di rado con il Brasiliano sempre piatto e schiacciato su suoi difensori.

Diversamente qui si trova in maniera preventiva e verticale rispetto a Locatelli pronto ad intervenire sia su una possibile verticalizzazione sia ad uscire su un possibile passaggio in orizzontale.

Da sottolineare i benefici anche in fase di possesso come si può notare da questa immagine: Arthur nella fase di costruzione si abbassa molto per far gioco, permettendo a Locatelli di alzarsi quasi in linea con gli attaccanti, lasciandolo più libero di poter sfruttare la sua dinamicità e abilità negli inserimenti e nel passaggio finale cosa che prima non avveniva senza il Brasiliano in campo perché impegnato nella prima fase di possesso.

La prova di Arthur è stata abbastanza positiva e volitiva come abbiamo detto. Qui si può notare partendo “dall’immagine 1” come vada a fare una pressione e un raddoppio a metà campo molto alto e riesce a sporcare e non consentire delle linee di passaggio semplici ai calciatori dello Spezia che porteranno all’intercetto di Cuadrado. Il Colombiano ribalta l’azione e Arthur con un movimento senza palla si sovrappone e fornisce l’assist smarcante a Cuadrado che viene poi respinto dal portiere ospite. Nella stessa azione si trova prima ad esser protagonista in fase difensiva e poi a chiudere l’azione offensiva.

Sicuramente da possibile partente a Gennaio, Allegri ha saputo far trovare gli stimoli giusti al calciatore trovandogli anche la collocazione che ad oggi sembra la migliore da quando è arrivato.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Marca – Morata non sarà riscattato dalla Juve. Decisione già comunicata

Secondo Marca, la Juventus ha rinunciato all'opzione di acquisto per Alvaro Morata. Lo scrive la testata spagnola, sottolineando come il...

Altri Articoli