Caso Plusvalenze, Juve è il giorno del giudizio: rischio penalizzazioni

Da Leggere

Oggi alle 12.30 la Juventus dovrà tornare davanti alla Corte d’Appello della Federcalcio per il giudizio sulle plusvalenze. In giornata si saprà se il club bianconero vedrà confermata l’assoluzione di primo e secondo grado senza un nuovo processo, se verranno giudicati un’altra volta e ancora considerati innocenti o se riceveranno una condanna che potrebbe avere un impatto importante anche a livello di punti in classifica. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

Il procuratore capo Chiné è convinto che nelle 14 mila pagine di Prisma si trovino “numerosi indizi gravi idonei a modificare la decisione finale”. Da questo il procuratore partirà questa mattina nell’udienza e dopo aver motivato l’ammissibilità del suo ricorso, procederà subito alla richiesta di sanzioni per la Juve, gli altri otto club (Samp, Empoli, Genoa, Parma, Pisa, Pescara, Pro Vercelli e il vecchio Novara) e i 52 dirigenti o ex dirigenti tra cui AgnelliNedvedArrivabene e Cherubini

Nell’istanza di revocazione il procuratore non ha espresso le sue intenzioni in merito alle pene da chiedere. Data la difficoltà evidente di dimostrare che le plusvalenze abbiano determinato un’iscrizione altrimenti impossibile (tornerebbe il problema di come si possa definire il reale valore di un giocatore), è questo l’elemento normativo che, se la Procura ritenesse i nuovi elementi probatori particolarmente gravi, potrebbe comunque portare alla richiesta di punti di penalizzazione.

Nella giornata di oggi, gli avvocati dei club – a partire da quella della Juve che ha già depositato la sua memoria – illustreranno la propria strategia difensiva, dopodiché la Corte presieduta dal giudice Torsello si riunirà in camera di consiglio e in giornata prenderà la propria decisione prima di tutto sull’ammissibilità dell’istanza presentata dalla Procura federale, quindi, nel caso questa venga accolta, deciderà nel merito.

La Juve e gli altri club potrebbero comunque essere nuovamente assolti, altrimenti si conoscerà la condanna per società e dirigenti. Se si trattasse davvero di punti di penalizzazione, la decisione diventerebbe immediatamente esecutiva, ma il club potrebbe comunque far ricorso al Collegio di garanzia del Coni.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Di Maria: “Situazione strana, difficile rimanere concentrati…”

Angel Di Maria ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo il 2-0 incassato dal Monza. Le sue dichiarazioni: "È un periodo...

Altri Articoli