ASK Paulo Dybala: “La 10 della Juve? Lo stemma davanti conta ancora di più”

Da Leggere

Nell’intervista a Junior Reporter, l’argentino Paulo Dybala, ha rilasciato un’intervista ai suoi giovani fans bianconeri mettendo in discussione le ultime indiscrezioni di mercato che lo ritraevano sempre più lontano a rivestire i colori della Juventus.

L’AMORE PER LA JUVE

“La mia prima esperienza è stata una finale vinta segnando. L’arrivo alla Juve? E’ stata un’emozione unica. Quando ho saputo che avevano contattato il mio agente da Torino, ho chiesto se era uno scherzo. In quel momento c’erano altre squadre che stavano chiamando, ma ho detto subito di stoppare le altre telefonate e di ascoltare solo quella della Juve”. 

LA NUMERO 10

“Sento molta responsabilità. Quando la Juve mi ha chiesto di indossare questo numero così importante per la storia di questo club, non è stato facile accettarlo perché sapevo cosa significava. Ma al di là del numero, lo stemma davanti conta ancora di più ed è più difficile da portare perché dobbiamo essere pronti a dare il massimo per questa squadra. I traguardi spero siano ancora tanti, il prossimo sarà la finale che giocheremo a gennaio contro il Napoli in Supercoppa”. 

IL FUTURO

“Ancora non ho pensato a come sarà il mio futuro, penso che il lavoro di allenatore non è facile, è molto impegnativo e difficile. Piano piano sto conoscendo altri mondi e mi stanno iniziando a piacere altri mondi che non c’entrano con il calcio ma non so se saranno parte del mio futuro. Spero di giocare per altri dieci anni e a quell’età penserò a cosa fare dopo”.

I SOGNI

“Sono due i sogni che ho. Uno è di poter vincere la Champions League, ovviamente con la Juventus, l’altro di poter vincere un Mondiale con l’Argentina. Sono sogni difficili”.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

John Elkann: “La Juve ha i mezzi per aumentare il proprio valore, non ha bisogno di nuovo capitale”

"Juventus non ha bisogno di nuovo capitale". Lo ha affermato John Elkann, amministratore delegato di Exor, rispondendo alle domande degli analisti finanziari.  Le sue parole...

Altri Articoli