Andrea Pirlo presenta la partita contro l’Atalanta

Da Leggere

L’allenatore della Juventus Andrea Pirlo presenta la sfida contro l’Atalanta in programma domani alle 18:30 all’Allianz stadium ai microfoni di Juventus Tv.

Domani grande partita allo Stadium contro l’Atalanta: che gara si aspetta?
“Una gara difficile contro una squadra molto forte, ormai una realtà da diversi anni. Lo si è visto non solo nel campionato italiano ma anche a livello europeo quindi sarà una gara dura da giocare per quello che è il loro atteggiamento. Dovremo affrontarla come una top squadra”.

Stupito dalla continuità di rendimento in Italia e in Europa dell’Atalanta?
”No stupito ormai no, è qualche anno che fa vedere grandi cose grazie al lavoro dell’allenatore e della società. È una nuova grande realtà che bisogna seguire e cui bisogna dare grande rispetto”.

Che allenatore è Gasperini?
“È un allenatore molto bravo che ormai fa bene da tanti anni. È cresciuto qui nel settore giovanile della Juve e ha fatto bene ovunque è andato. Ha il suo modo di giocare molto marcato e quindi va avanti con le sue idee che gli stanno dando grandi risultati”.

Cosa pensa dell’abbinamento con il Porto?
“È un abbinamento giusto. Quando si arriva a questo punto le squadre sono tutte forti, non puoi aspettarti grandi sorprese. Abbiamo grande rispetto del Porto e dovremo affrontarla nella giusta maniera. Adesso però c’è tempo per pensare alla Champions, dobbiamo tuffarci nel campionato”.

È questa la linea di continuità di risultati che stava cercando?
“Più che risultati è l’atteggiamento e la concentrazione nell’affrontare tutte le partite allo stesso modo, sia in Champions che in campionato. Quando hai l’atteggiamento giusto e lo spirito di voler fare la partita poi i risultati sono dalla tua parte”.

Dove è cresciuta la squadra maggiormente e dove ha ampi margini di miglioramento?
“È cresciuta nella convinzione e nella ricerca del risultato attraverso un atteggiamento aggressivo, cercando di recuperare la palla velocemente per poi avere la gestione del gioco. Dobbiamo migliorare sull’aspetto tecnico, sbagliamo troppo tecnicamente nel corso della partita e su questo dobbiamo lavorare ancora molto”.

Qual è la cosa che sta ripetendo di più ai suoi giocatori in allenamento in questi giorni?
“Concentrazione. É quella che viene a mancare in alcune situazioni della partita. Se non stiamo collegati per 95 minuti poi le partite si complicano quindi bisogna lavorare su questo”.

Un punto sugli infortunati?
“Adesso ci sono Giorgio (Chiellini n.d.r.) e Demiral che piano piano stanno recuperando e speriamo di averli a disposizione nei prossimi giorni”.

Dopo undici giornate, che campionato è secondo lei?
“È un campionato strano ma come tutti gli altri campionati europei. Con il covid e le partite ravvicinate si è un po’ equilibrato tutto e quindi bisogna affrontare ogni partita con la giusta mentalità. Non ci sono più le squadre materasso, ci sono squadre forti che pensano a giocare e non solo a difendersi. Bisogna affrontarle tutte con una certa mentalità altrimenti rischi di andare in contro a brutte sorprese”.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Tuttosport- Kostic aspetta la Juve: possibile chiusura nei prossimi giorni

La Juventus deve fare ancora un piccolo sforzo per mettere le mani su Filip Kostic, esterno d'attacco classe 1992...

Altri Articoli