Allegri: “Concretizziamo poco quello che creiamo. La squadra ha fatto una bella prestazione”

Da Leggere

Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa dopo Juve-Atalanta. Di seguito riportate le dichiarazioni del mister.

Analisi: “Dopo la partita ho detto alla squadra di non essere delusi. Hanno fatto una buona prestazione, con cose da migliorare. Abbiamo concesso poco all’Atalanta che è da anni tra le migliori quattro, l’episodio ci è andato contro. Abbiamo fatto la stessa prestazione che con Milan, Inter, Roma, Lazio. Abbiamo creato delle occasioni, ma ora dobbiamo essere realisti. Abbiamo 21 punti e da qui dobbiamo ripartire. Bisogna lavorare, non serve fare processi o dire ma, se… La squadra stasera ha fatto una bella prestazione“.

Kean “Ho detto prima che chi ha giocato dall’inizio e chi è entrato ha fatto una buona prestazione. Bisogna prepararsi per Salerno dove ci sarà da battagliare. Un passettino alla volta, bisogna solo fare come stanno facendo i ragazzi“.

Ambiente e infortunati: “La squadra si è isolata e poi oggi il presidente ha fatto un bellissimo discorso alla squadra. L’ambiente è tranquillo, la società pensa a tutto. Chiesa sicuramente è fuori, McKennie ha preso questo colpo al ginocchio e vediamo. Recuperiamo Chiellini e De Sciglio“.

Diverbio: “Con un giocatore dell’Atalanta? C’è stato un fallo laterale, ma non c’è stato durante la partita. Grande rispetto. L’Atalanta ha fatto una partita fisica, superlativa la loro prestazione. Con un tiro hanno vinto? Questo è il calcio. Si può spiegare delle occasioni e del tiro, ma bisogna vedere cosa fare. E migliorare la fase realizzativa. Le prestazioni della squadra? Abbiamo sbagliato 2-3 con le medio-piccole”.

Fischi per Morata: “Oggi devo ringraziare i tifosi. Morata oggi ha fatto una buona partita tecnicamente, purtroppo l’unica palla che ha sbagliato ci è costata il gol”.

Ritiro: “Il ritiro non serve, pensavo anzi di dare loro il giorno di riposo per la bella prestazione. Ma i ragazzi invece si vogliono allenare e domani ci sarà allenamento“.

Imprecisione: “Morata ha giocato molto bene tanti palloni. Come sbagliava una palla, veniamo puniti. Il calcio è fiducia, manca un po’ di spensieratezza in una squadra di ragazzi che vorrebbero spaccare il mondo e invece vanno male alcune cose. Un po’ per demeriti, un po’ perché è così. Senza spaccarsi la testa, va accettato. Bisogna lavorare sulla prestazione“.

Miglior organico: “La Juve non lo è? Lo dice la classifica, ma ho sempre detto che in Serie A non c’è un valore assoluto. Bisognava avere dei punti in più e sono d’accordo. Da dire però che la Juventus vinceva il campionato di sicuro ce ne passa. Noi siamo realisti, per ottenere risultati bisogna fare fatica come sempre. Ora le cose vanno anche in un certo modo e bisogna avere più rabbia e meno delusione. Delusione porta a sfiducia, la rabbia porta alla voglia di dimostrare che siamo migliori“.

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Ultime

Operazioni più costose di sempre a gennaio: Vlahovic si piazza sul podio

Il probabile trasferimento di Dusan Vlahovic dalla Fiorentina alla Juventus (manca ancora l'ufficialità) per una cifra complessiva di 75 milioni di...

Altri Articoli