Vitor Roque: scheda tecnica e caratteristiche del baby obiettivo Juve

Come Osservatore professionista oggi vi proporrò un’analisi approfondita di Vitor Roque, con allegata una scheda tecnica vera e propria, nell’esatto modo in cui le redaggono in Serie A. Diciamo che questo articolo sarà pane per i denti dei veri malati di calcio come il sottoscritto.

Lo stereotipo di dribblatore brasiliano

Il suo nome circola già da diverso tempo, nonostante non sia nemmeno maggiorenne. Vitor Roque è descritto come il nuovo crack del calcio sudamericano, il giovane più vicino a Ronaldo il Fenomeno secondo la stampa brasiliana, capace di attirare su di sé l’interesse delle maggiori potenze europee, tra cui la Juventus.

17enne dell’Atletico Paranaense, Vitor Roque è una prima punta molto rapida e con una progressione straordinaria, un calciatore dotato di grande tecnica ed estro, capace anche di disimpegnarsi sulle fasce d’attacco come Vinicius e Rodrygo. È lui la grande scommessa del calcio brasiliano, pronto a spiccare il volo verso l’Europa una volta compiuti i diciotto anni.

Quando si sgancia dalla posizione di prima punta per andare a ricevere palla predilige la fascia destra, dalla quale parte spesso larghissimo non disdegnando il ricevere palla lontano dalla porta sulla linea laterale, anche all’altezza del cerchio di centrocampo. E’ in grado anche di svariare su tutto il fronte d’attacco.

Capace di coordinarsi ed effettuare il tiro da posizioni defilate, nel suo repertorio possiede alcuni movimenti – a dispetto della sua altezza – propri di un numero nove classico, come controlli orientati e stop a seguire a smarcarsi dal difensore avversario per poi andare direttamente al tiro.

Dotato di una velocità straripante, dona l’impressione di saltare l’uomo ogni singola volta decida di puntarlo, supportato anche da un fisico possente se paragonato ai suoi pari età (2005).

Sicuramente ha anche dei “contro”, ai quali però possiamo imputare la sua giovane età. Niente che non si possa migliorare con gli anni. Ancora un po’ anarchico tatticamente, potrebbe fare fatica in un campionato di una tattica asfissiante come quello italiano.

Da il meglio di sé in spazi aperti, anche se grazie alle sue doti tecniche e atletiche potrebbe essere un grimaldello efficace per aprire le difese chiuse a riccio. Difese arroccate che, però, incontra non molto spesso nel campionato carioca. Ma ci sarà tempo per scoprirlo.

Vitor Roque fa parte di una specie rarissima

Sono pochi i centravanti purissimi in grado di giocare da numeri nove a dispetto dell’altezza. Il Brasile nell’ultimo decennio ne ha sfornati di diversi, e Vitor Roque è solo l’ultimo ad essere sbocciato. Il primo che ci viene in mente è Gabriel Jesus, centravanti puro di 174cm, ma anche il già citato Rodrygo, così come Kaio Jorge. Per quanto riguarda l’europa invece, possiamo citare Gameiro, che giocava da centravanti anche quando accanto aveva Ibrahimovic, al Paris Saint Germain.

Vitor Roque sembra portare questo stereotipo di centravanti ad un nuovo livello, perché possiede tutte le caratteristiche migliori di un centravanti, di un rifinitore/seconda punta, di un’ala, di un’esterno largo. Proprio per questo, non c’è un solo giocatore al quale lo si può paragonare. In alcuni gol è un centravanti moderno come Cavani, in altri è un dribblatore implacabile, in altri un finalizzatore puro, in altri un esterno alla Di Maria.

Quando sei un numero nove nel DNA c’è poco da fare, non sarà l’altezza a fermarti. Vitor Roque è un predestinato. Non possiede solo tutte le caratteristiche del centravanti, ma ha il dono del dribbling, dell’imprevedibilità del campione. Una specie rara, rarissima.

La scheda tecnica

Sicuramente molti si chiederanno come si scrive una scheda tecnica, quali informazioni inserire e quali no, la lunghezza ottimale e tutto il resto. Io stesso per anni ho avuto questa curiosità, e sono felice di farvelo scoprire.

Ho redatto una scheda tecnica di Vitor Roque per condividerla con voi, scrivendola come se dovessi recapitarla al mio Direttore Sportivo. la troverete qui in basso, buona lettura.

Collaborazione: JUVENTUS PLANET

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Altri Articoli

Exit mobile version