De Ligt: “Scudetto? Dovrebbe accadere un miracolo. Sul mio futuro…”

Matthijs De Ligt, ai microfoni del portale olandese Rondo, ha parlato dell’attuale periodo della Juventus. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.

Momento: “Credo che a un certo punto ci trovavamo a quattordici punti dietro la capolista. Poi ci siamo già un po’ tolti dalla testa lo scudetto: abbiamo detto che dovevamo concentrarci per arrivare alla Champions League e da allora guardiamo partita per partita. Inter, Milan e Napoli hanno continuato a perdere punti e ora siamo solo dietro di sette punti. Dovrebbe accadere un miracolo, ma la situazione sembra già meglio rispetto a 13 partite fa”

Addio Ronaldo: “Abbiamo perso Ronaldo alla fine dell’estate e naturalmente si perdono trenta gol. Poiché era così tardi, non potevamo riportare immediatamente qualcuno come Vlahovic. Questo ci è certamente mancato all’inizio”.

Vlahovic: “Quando ho giocato contro di lui avevo già notato quanto fosse forte e tecnicamente bravo. E ciò che mi ha veramente impressionato è la sua motivazione nel segnare, quasi chiamava i compagni di squadra se non riceveva la palla. Avevo bisogno di un attaccante come lui davanti”.

Pressione: “Ho notato che il club mi sta dando sempre più responsabilità. Ora Giorgio Chiellini e Leonardo Bonucci sono spesso infortunati, quindi c’è ancora più pressione sulle mie spalle, il che mi piace. Mi accorgo che posso assumere un ruolo importante”.

Futuro: “Siamo ancora in competizione su tre fronti e mi sto davvero divertendo qui. Ho notato che imparo di più ogni settimana e questo mi piace molto. Quello che ha detto Mino è già successo tre mesi fa; tante cose possono cambiare in questo tempo… Al momento mi sto concentrando completamente su questa stagione”.

PARTNER: Juventus Planet

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Altri Articoli

Exit mobile version